La Pasta Frolla e la sua lavorazione (secondo me… )

Posted on febbraio 13, 2008. Filed under: dolci tentazioni, Preparazioni di base |

Perchè una sequenza sulla preparazione della pasta frolla?

In fondo sulla stragrande maggioranza delle ricette che si trovano in giro, il procedimento recita “lavorare tutti gli ingredienti come al solito…” Ma qual è “il solito?
Su Gennarino questo argomento è stato ampliamente sviscerato e c’è in corso una sperimentazione, “Che ci frolla per la testa?”, anche se ancora non terminata, sulla lavorazione della pasta frolla, scaturita da alcune domande poste.
Una di queste era: cambia il risultato finale se si cambia il tipo di lavorazione? Secondo me, sì. E ne sono fermamente convinta.

Le prove sulle quali gli sperimentatori si sono avvicendati sono state due: usando gli stessi ingredienti, che pur sono importanti per la riuscita finale…

1. Lavorare la frolla partendo dalla sabbiatura della farina col burro.
2. Partire dalla lavorazione del burro con lo zucchero, aggiungendo poi gli altri ingredienti.

Gli ingredienti, ma anche il procedimento che ho usato per questa sequenza, sono quelli che un pasticcere veneziano dette alla mia amica, la stessa che mi ha regalato la ricetta della mantovana.
Le proporzioni degli ingredienti sono sicuramente tra i più classici usati per la preparazione della frolla, ma appunto, invece, almeno secondo me, diverso il risultato finale, e che sicuramente preferisco a quello della sabbiatura farina/burro, o ancora al più classico, “impastare gli ingredienti tutti insieme”

Per cui, la sequenza fotografica della preparazione, che propongo qui per tutti i motivi elencati sopra, si basa ovviamente su quest’ultimo tipo di lavorazione: impastare la frolla partendo dalla lavorazione del burro con lo zucchero, e che almeno secondo me, ripeto, da il miglior risultato.

LA PASTA FROLLAe la sua lavorazione, secondo me*

INGREDIENTI:

500 gr farina 00
250 gr di burro
da 125 gr a 250 gr di zucchero (semolato o a velo, secondo la preparazione)
1 pizzico di sale
2 uova intere (o 4 tuorli secondo la preparazione)
8 gr di lievito
scorza di arancia o di limone, o vaniglia

E LA LAVORAZIONE…:

Prendere una larga ciotola e tagliarvi dentro il burro, che avremo messo a temperatura ambiente mezz’ora prima (in estate bastano appena 15′), a pezzetti non troppo piccoli.

Unire la buccia di 1 limone grattata.

Versarvi ora sopra lo zucchero.

E strizzare con le mani, il più velocemente possibile, fino a che burro e zucchero si saranno amalgamati fra di loro.

Prendere ora le uova e aprirle nel composto di burro e zucchero.

E maneggiare il composto con una frusta a mano, ma molto grossolanamente.

Preparare ora sulla spianatoia la farina a fontana che avremo setacciato col lievito e il pizzico di sale.

E versarvi dentro il composto.

Compattare velocemente per evitare che il burro si scaldi.

Molto velocemente!!

Ci siamo quasi…

E’ pronta!

Mettere in frigo almeno 3 o 4 ora prima dell’uso, meglio se si prepara il giorno prima.


* Per questa sequenza fotografica e per la preparazione, voglio ringraziare mia figlia, 17 anni e mezzo, che si è prestata a farmi da modella perchè ha deciso che a San Valentino “vuol prenderlo per la gola”.
Io non ho fatto altro che riprendere questi bei momenti, a cui spero ne seguiranno altri, e che questo sia servito ad avvicinarla alla cucina e a fargliela amare pian piano come la amo io.

Make a Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

27 Risposte to “La Pasta Frolla e la sua lavorazione (secondo me… )”

RSS Feed for Lemaniinpasta’s Weblog Comments RSS Feed

stupendo stupendo stupendo!
meglio di cosi non poteva essere!
grazie paola!

Grazie anche da parte mia!
Brava a te ed a tua figlia! Con una mamma come te non può che appassionarsi.

Ciao!🙂

Grazie a voi due, siete carinissime :))
roro speriamo che dopo San valentino, non le passi😦 intanto stasera ha fatto i biscottini col cuore :)))

paolè fammi un favore, fai i complimenti a tua figlia per questi splendidi biscotti! sono da pasticceria e glielo dice una siciliana😉

grazie!!in effetti ci sono diverse scuola di pensiero, mio nonno l’ha sempre fatta con il lievito mentre a mia madre al corso di pasticceria hanno detto che non ci va assolutamente…

Mi piace molto il tuo blog…passerò spesso a trovarti.
ciao

Grà, stasera quando torna, ora è fuori col suo amore, glielo dico. Grazie!!!
Per me avranno mangiato questi e null’altro ;)))

Monique, io l’avevo sempre messo, poi una volta per fare la crostata me ne dimenticai e sinceramente mi piacque anche di più.
Però nei biscottini ce lo vedo bene🙂

Grazie Michela :))
Anche io ogni tanto curioso nel tuo!!

Bravissime! Le immagino sono molto chiare ed è bellissimo vedere madre e figlia lavorare insieme

Grazie comida🙂
Sì è stata una bella esperienza… speriamo ce ne saranno altre in futuro !! :))

Ciao! Ottime istruzioni! Anch’io una volta ho preparato la frolla mischiano prima burro e zucchero ed era venuta ottima (specialmente per i biscotti) ma pensavo fosse un caso! adesso adotterò sempre questo suggerimento!

prego, trovo che sia bellissimo!

Ciao quasimamma, no non è stato un caso, ogni lavorazione da un risultato completamente diverso, almeno secondo la mia esperienza :))

E anche se la frolla vien buona sempre con tutti i metodi, questo è quello che preferisco!!😉

Complimenti! Chiarezza, semplicità e professionalità. Che si può chiedere di più! La prossima volta, sicuramente, farò la pasta frolla seguendo il tuo procedimento, e non solo questa…!
Grazie Paoletta!!!

Tina, grazie!! Sei carinissima :)))

ciao paoletta,sono ludeasy ho seguito le tue istruzioni sono davvero chiare e carina anche l’idea delle foto….ma volevo sapere con esatezza le dosi di uova e zucchero perchè le hai date in maniera un pò generale e non so che dosi utilizzare…poi un altra cosa come lo vedi se sbriciolo farina e burro e poi aggiungo gli altri ingredienti??che risultato viene???

Bella la tua idea della sequenza e la cosa che hai scritto sul fare avvicinare tua figlia alla cucina, anche io se avessi figli lo farei !!! Ciao Lisa
http://ricettedafairyskull.myblog.it/

Ciao Ludeasy, per le uova sicuramente vanno benissimo le 2 intere, soprattutto se devi usare la frolla per crostate o biscotti occhio di bue e simili, dove è meglio una frolla resistente…🙂
Se invece vorrai dei biscottini delicati e friabili, è meglio usare i 4 tuorli. In questo caso, allora, più che amalgamare burro e zucchero, monterei addirittura questi due ingredienti.

Lo zucchero va da 125 a 250 gr. perchè se per esempio userai la frolla per una crostata con un ripieno molto dolce, allora è meglio usarne un po’ meno.
Comunque sto raccogliendo insieme esperienze e consigli sulla frolla che vedrò di pubblicare quanto prima😉
In qualunque caso, ci sono :))

Ciao Fairy, grazie!! In effetti all’inizio l’idea della sequenza è stato un po’ per coinvolgerla in cucina, complice anche il San Valentino.
Però alla fine molto utile, perchè in effetti le immagini parlano chiaro molto più delle parole😉

io ho seguito leggendo soltanto le vostre sperimentazioni e, alla fine della fiera, la penso esattamente come te per la lavorazione. Non me ne abbiano tutti gli altri amici😉
un frolloso abbraccio :*

Cinzietta sono felice di condividere con te il fatto che la lavorazione è importante!!

Ricambio l’abbraccio frolloso, e facciamo anche cremoso va’… :)))

ciao Paoletta..sono mary5866,volevo farti i complimenti per tutto,e per chiederti …perchè non fai un manuale con tutti i trucchi e segreti tipo “scuola di pasticceria”e magari da poter scaricare su internet ;-)…mi sono scritta tutti i passaggi per la pasta frolla,voglio provarla anche io…bacioni
M.Rosaria

Mary, ciao !!
Io ti rngrazio per quel che hai scritto, ma non sono assolutamente in grado di fare quel che tu hai detto😉
Però, sto raccogliendo tutti i consigli ricevuti per questa pasta frolla e spero di poterli pubblicare quanto prima qui, insieme alla ricetta.
Grazie ancora :))

Ciao Paoletta-:) sono Marina. Voglio proprio provare.. sei stata talmente brava a spiegare il tutto che mi hai convinta!
Il tuo blog è bellissimo,fatto con amore. Davvero brava.
Buona Pasqua a te e famiglia. Tornerò presto a visitarti. E grazie.

Ciao Marina, grazie!!
Buona Pasqua anche a te! Un abbraccio e fammi sapere😉

Prima di tutto volevo complitarmi per la bellissima esecuzione della pasta e per il servizio fotografico.
Poi fare i complimenti a tua figlia per i biscotti bellissimi che ha prodotto devo dire che abbiamo fatto dei figli che promettono veramente bene. Ciao e buona Pasqua da una vostra nuova ammiratrice. Tuorlo

Ciao Maria Antonietta, grazie🙂
Buona Pasquetta!!

ciao paoletta😉 sono ivonne (ivy08), la tua pasta frolla è troooooppo buona!!!

ieri sera ho fatto una crostata con la frolla avanzata la scorsa settimana e conservata in freezer, ottima, ottima, e pure questa è già finita, che ci vuoi fare… non dura…..

grazieeeeeeeee

ciao ivonne

Ivonne, che piacere averti qui… grazie!!
Sono davvero contenta che la mia frolla è piaciuta🙂
Baci!


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: